Alessia Azzarello

Vedo Sento Parlo

contro le mafie noi ci mettiamo la faccia

Siamo convinti che nelle esperienze di volontariato sui terreni e sui beni confiscati alle mafie prenda corpo un’assunzione di responsabilità rispetto ai beni comuni che il volontariato non può esimersi dall’avere. Il ruolo politico del volontariato consite nell’impegno per realizzare ed applicare i diritti di cittadinanza, nel rimuovere le cause di ingiustizia che impediscono ad alcuni di essere cittadini. Là dove operano forme di criminalità organizzata al cittadino si sostituisce il suddito, al diritto si sostituisce il favore, alla libertà si sostituisce il controllo. Sapendo che in questo aspetto si concretizza un compito che non possiamo rifiutarci di assumere ci impegniamo per lavorare nella costruzione di una società che deve impegnarsi per realizzare pienamente i diritti, per rimuovere gli ostacoli alla costruzione di una cittadinanza effettiva. Le mafie al Nord operano, le mafie al Nord esistono, non ammetterlo, fingere di non vederlo, significa abbandonare il ruolo politico e culturale del volontariato, significa mettersi all’angolo. Per questo contro le mafie noi ci mettiamo la faccia.  Con questa iniziativa vogliamo raccogliere fotografie di liberi cittadini che donano la loro immagine per sostenere il Campo. Fotografie che sono testimonianze di vicinanza, fotografie con cui mostrare che la società civile e il volontariato scelgono la legalità, scelgono di impegnarsi per i diritti.

Segui la foto-campagna su Picasa oppure su Facebook

Cosa puoi fare tu?

1. Scattati una foto con un cartello con la scritta: Vedo Sento Parlo.

2. Inviala a: movi.veneto@gmail.com

3. Condividi la tua foto con i tuoi contatti

4. Invita i tuoi amici a fare lo stesso.

Le foto verranno utilizzate per la promozione del primo Campo su beni confiscati alla Mala del Brenta e per attività associative sulle tematiche legate alla legalità e alla giustizia sociale.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Dlgs 196/2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali» e successive modificazioni.

Conformemente all’impegno e alla cura che la nostra associazione dedica alla tutela dei dati personali, La informiamo sulle modalità, finalità e ambito di comunicazione e diffusione dei Suoi dati personali e sui Suoi diritti, in conformità all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003.Per una migliore riuscita della campagna, il MoVI, titolare del trattamento, deve trattare alcuni dati identificativi. I dati che lei fornirà alla nostra associazione, verranno registrati e conservati su supporti elettronici protetti e trattati con adeguate misure di sicurezza. I dati saranno trattati dal MoVI esclusivamente con modalità e procedure necessarie per la migliore riuscita della campagna di sensibilizzazione.Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono i suoi dati e come essi sono utilizzati. Ha anche il diritto di farli aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento. Ricordiamo che questi diritti sono previsti dal Art.7 del D. Lgs 196/2003. Conformemente alla normativa vigente  il consenso per i trattamenti di dati viene espresso con l’invio della mail contenente la sua foto ed i suoi dati. Resta inteso che il consenso si riferisce al trattamento dei dati ad eccezione di quelli strettamente necessari per le operazioni ed i servizi relativi alla campagna.

Annunci