Calabria > Rosarno, 18 novembre

Il 18 novembre abbiamo visitato l’esperienza di SOS Rosarno nella Piana di Gioia Tauro [RC].

SOS Rosarno lavora politicamente in un territorio difficile e complesso, impegnandosi per dare una risposta ai conflitti sociali in atto. Ripartire dalla terra per costruire un civiltà contadina che metta al centro del suo operare il rispetto per l’ambiente, la tutela e l’applicazione dei diritti dei lavoratori, l’integrazione culturale degli immigrati. Da sosrosarno.org leggiamo: “Sembrerà strano ma è proprio questo lo spirito col quale lavoriamo giorno per giorno, nel pieno delle contraddizioni più virulente di una terra difficile, nella parte più povera d’Italia, affianco e insieme ai più poveri dei poveri che proprio qui da noi vengono a cercare lavoro e trovano sfruttamento”.

L’intervista a Giuseppe Taverniti della Cooperativa i Frutti del Sole:

L’intervista a Nino Quaranta, agricoltore e cantautore di SOS Rosarno:

L’intervista a Michele Trungadi: agricoltura biologica, impegno, diritti dei lavoratori:

L’intervista ad Arturo Lavorato

Vai alla galleria fotografica.

Campania > Napoli, 12 settembre 2013

Il 12 settembre a Napoli Ciro Corona ci ha presentato l’esperienza della Cooperativa (R)esistenza che gestisce il primo bene agricolo confiscato alla camorra di Napoli: il Fondo Selva Lacandona Amato Lamberti.
Il Fondo Lamberti è diventato luogo in cui contrastare le mafie, riappropriarsi di un territorio, avviare percorsi di ricostruzione della comunità. Là dove la camorra scioglieva le persone nell’acido, là dove Totò Riina trovò, durante la sua latitanza, ospitalità la Cooperativa (R)esistenza coltiva il futuro. Coltiva futuro realizzando percorsi per giovani detenuti, attivando campi di E!state liberi, discutendo con il territorio e con la comunità, trasformandosi in spazio aperto.

Durante la nostra visita alcuni volontari hanno aiutato nella raccolta delle pesche, nella sistemazione del recinto del Fondo e nella pulizia delle aree circostanti.

L’intervista a Ciro Corona

Vai alla galleria fotografica

FVG > Monrupino [TS], 12 luglio 2013

Il 12 luglio a Monrupino sul Carso triestino abbiamo incontrato i fratelli Omar e Haron Maroncelli dell’azienda Country Eden. L’azienda ha recuperato l’allevamento della capra carsolina, specie in via di estinzione per la sua scarsa produttività, salvaguardando così un allevamento tipico e i prodotti caseari ad essa legati. L’allevamento si svolge alla stato brado e mira a conservare l’intero territorio del Carso, un territorio difficile secco fatto si rocce che si affaccia sul Golfo di Trieste.

Accanto alle attività agricole i fratelli Maroncelli hanno avviato attività didattiche e sociali, attività agricola come terapia, rapporto con terreno, capacità di aspettare le stagioni, di conoscere i ritmi della natura, condivisione con e nella comunità sono gli ingredienti di questo impegno.

L’intervista a Omar Marucelli

L’intervista ad Haron Marucelli

Vai alla galleria

 

Lazio > Grottaferrata [RM], 5 luglio 2013

Il 5 luglio a Grottaferrata abbiamo incontrato l’esperienza di Agricoltura CapodarcoCarlo De Angelis  sottolinea i valori e le implicazioni dell’agricoltura sociale, un agricoltura polifunzionale capace di guardare alla comunità, ai diritti, all’ambiente. Agricoltura sociale: un modo di superare l’assistenzialismo per provocare integrazione sociale.
Il rapporto con la terra, l’agricoltura, diventa, allora, lo snodo in cui ripensare lo sviluppo della società e il futuro.

L’intervista a Carlo De Angelis:

Capodarco: il set fotografico

Piemonte > Serralunga d’Alba [CN], 12 giugno 2013

Abbiamo incontrato Alberto Grasso, agronomo di Fontanafredda, nelle bellissime cantine della storica azienda vincola cuneese. Alberto ci ha raccontato l’impegno dell’azienda piemontese per la difesa e la tutela del territorio. Nel caso di Fontanafredda l’impegno nella gestione del territorio si deve integrare con il rispetto, nell’innovazione, per il patrimonio storico e culturale rappresentato dalle produzioni agricole.

L’intervista ad Alberto Grasso:

Fontanafredda: vai alla galleria fotografica

Liguria > Genova Corigliano, 13 giugno 2013

Simone Benevelli di Terra! Onlus il 13 giugno a Genova Corigliano ci ha raccontato la nascita dell’Orto sociale e didattico. Un orto sociale in un quartiere complesso in cui la crisi dell’industria si fa sentire con forza in cui il l’agricoltura dimostra il suo potenziale educativo, didattico, sociale.

L’intervista a Simone Benevelli:

Gli Orti didattici del Parco urbano Riovalletta san Pietro di Genova Corigliano: vai alla galleria

Piemonte > Costa Vescovato [AL], 10 luglio 2013

Il 9 luglio a Costa Vescovato [AL] abbiamo visitato la Cooperativa Valli unite, un esperienza nata sul finire degli anni ’70 dall’impegno di tre ragazzi; esperienza che è riuscita a riconquistare un territorio, a crescere nel rispetto dell’ambiente, del paesaggio della comunità. La storia e la filosofia di Valli unite ci è stata raccontata da uno dei fondatori: Ottavio Rube.
Un esperienza che è cresciuta senza aggredire il terreno e la comunità, tutt’altro valorizzando entrambe. Oggi oltre alle attività agricole è stato aperto un ristorante, un agriturismo e un punto vendita; la cooperativa, nata dall’impegno di tre ragazzi, oggi impiega trenta persone e coinvolge un intera comunità.

Nella terza parte dell’intervista Ottavio riflette con noi sul significato del fare e dell’essere agricoltori oggi. Agricoltura come gesto politico, di resistenza, fatto per costruire un mondo migliore.
La politica di oggi è quella di essere responsabili rispetto all’ambiente e alle comunità locali.

La prima parte dell’intervista ad Ottavio Rube:

La seconda parte dell’intervista:

La terza parte dell’intervista:

Valli Unite: vai alla galleria fotografica

Lazio > Roma, 27 maggio 2013

Il 27 maggio 2013 a Roma abbiamo visitato l’ITAS Garibaldi. Il preside Sapia ha aperto la nostra riflessione all’importanza della formazione e sulla capacità di cogliere la polifunzionalità dell’agricoltura, sottolineando il ruolo di custodi del territorio che gli agricoltori possono avere.

L’intervista ad Antonio Sapia:

L’Istituto Garibaldi: vai alla galleria

ITAS Garibaldi

Lazio > Roma, 27 maggio 2013

Guidati da Maurizio Ferraro abbiamo visitato la Cooperativa sociale integrata e agricola che nasce all’interno dell’Istituto Agrario Garibaldi. La Cooperativa mette i cittadini autistici nella condizione di poter lavorare e crescere riconoscendo al rapporto con la terra un valore terapeutico. La filosofia della Cooperativa è descritta motto “la cura della terra, la terra che cura”.

L’intervista a Maurizio Ferraro

La Cooperativa sociale integrata e agricola: vai alla galleria

Cooperativa Sociale Integrata Agricola

Toscana > Orbicciano, 15 e 16 maggio 2013

A Orbicciano  in provincia di Lucca, il 15 e 16 maggio abbiamo incontrato l’Azienda Agricola Biologica Nico. Agricoltura biologica e biodinamica, inserimenti lavorativi, fattoria didattica, recupero dei terreni abbandonati, ospitalità, cucina.
Nei terreni dell’azienda si trovano ancora piante da frutto che fiancheggiano capannelli di fagioli e solchi di pomodori legati ancora con salci e ginestre. Antiche varietà lucchesi come il cardo Gobbo,il fagiolo cannellino e stortino, il pomodoro canestrino, le braschette e il fagiolino a stringa. Il tutto con l’impegna di dare un’impronta sociale al lavoro agricolo.

L’intervista a Federico ed Elena Martinelli

Nico: vai alla galleria

Nico

Toscana > Lari, 15 maggio 2013

A Lari abbiamo incontrato l’Azienda agricola a conduzione familiare di Gonnelli Manola. L’Azienda agricola rientra tra le Aziende dei Coltivatori custodi della Regione Toscana. L’Azienda ha recuperato 15 delle 19 varietà di cigliegi che un tempo venivano coltivate nel territorio della Valdera. In questa agricoltura biodiversità, cultura, gastronomia e paesaggio si intersecano.

Lari: vai alla galleria

Lari

Calabria > Piana di Gioia Tauro, 11 maggio 2013

Nella Piana di Gioia Tauro l’11 maggio abbiamo incontrato la Cooperativa Valle del Marro: uso agricolo di 60 ettari di terreni confiscati alla ‘ndrangheta. Recupero produttivo e sociale dei beni sottratti alle mafie, la Cooperativa Valle del Marro – Libera Terra opera in un territorio complesso come una realtà positiva e propositiva, aperta alle opportunità della ricerca e dell’innovazione scientifica, senza cancellare gli antichi saperi custoditi nelle sagge consuetudini e tradizioni dell’arte contadina.

Agricoltura biologica che riconquista territori che le mafie avevano sottratto alla cittadinanza.

Intervista a Antonio Napoli

Valle del Marro: vai alla galleria

Valle del Marro

Molise > Petacciato, 9 maggio 2013

Il 9 maggio a Petacciato [CB] abbiamo incontrato la Fattoria di Vaira: un grande progetto di produzione biologica e biodinamica in cui sperimentare nuove tecniche agricole. Una fattoria aperta in cui la produzione si accompagna all’educazione e alla formazione. Progetti e attività sono ispirati dalla convinzione che l’agricoltura biologica e biodinamica siano le uniche possibili, per contribuire ad un mondo che coltiva ogni giorno un futuro migliore (o meglio l’unico futuro possibile), nel rispetto dell’ambiente e della salute dell’uomo.

Intervista a Emanuela Zamberlan Feruglio

Fattoria di Vaira: vai alla galleria

Fattoria di Vaira

Puglia > San Donaci, 10 maggio 2013

Natalino Del Prete. Agricoltore  biologico per vocazione si impegna nella tutela del territorio e dell’ambiente da sempre. Valorizzazione della biodiversità, tutela dei consumatori, amore per le viti e per tutta la vita che cresce con loro.

Intervista a Natalino del Prete

Natalino Del Prete: vai alla galleria

Natalino Del Prete

Assieme a Natalino Del Prete abbiamo incontrato Roberto Poli dell’azienda agricola Campolisio. Azienda agricola che recupera genotipi vegetali ed animali per preservare e mantenere le tradizioni territoriali, coltivando responsabilmente la terra.

Sicilia> Palermo, 23 aprile 2013

Marcello Cerasola, coordinatore del Comitato Concadoro, il 23 aprile a Palermo ci ha fatto riflettere sulla polifunzionalità dell’agricoltura. Agricoltura significa economia, ecologia, turismo, clima, alimentazione, rapporti produttore consumatore.
Il progetto Concadoro inoltre si mobilità per tutelare e valorizzare la biodiversità: patrimonio, risorsa e ricchezza di tutta comunità.
Agricoltura come scintilla del cambiamento.

Intervista a Marcello Cerasola

Sicilia > Palermo, 23 aprile 2013

Palermo, 23 aprile 2013. La Cooperativa Solidarietà è una cooperativa sociale di tipo B che si occupa, dal 1981, di inserimento sociale e lavorativo di persone con problemi di salute mentale.
Lavoro agricolo, collaborazione, patrimonio storico fusi assieme dall’impegno sociale di chi opera per rimuovere cause di disagio, da chi si sporca le mani per fare democrazia.

Intervista ad Anna Barba

Lavorare la terra per costruire coesione sociale: vai alla galleria

Cooperativa sociale Solidarietà

Sicilia > Agrigento, 21 aprile 2013

Il 21 aprile 2013 abbiamo visitato il Giardino di Kolymbetra. Bene storico, naturalistico e paesaggistico il Giardino della Kolymbetra nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento è un luogo straordinario. Questo bene è stato recuperato e viene gestito dal Fondo Ambiente Italiano.

Kolymbetra, grazie a Giuseppe Lo Pilato, ci insegna quanto l’agricoltura sia paesaggio, cultura, storia e biodiversità.

Intervista a Giuseppe Lo Pilato

Il Giardino della Kolymbetra: vai alla galleria

I Giardini della Kolymbetra

Trentino > Folgaria, 11 aprile 2013

L’Azienda agricola biologica di montagna La Fonte si prende cura dei un territorio difficile e complesso: la montagna. Lo fa attraverso l’agricoltura sinergica e biologica, valorizzando la biodiversità, con impegno e passione per recuperare terreni, paesaggi e culture non più interessanti per la grande produzione.

La Fonte promuove percorsi didattici e formativi così da far conoscere i prodotti, il loro legame con il territorio, la necessità di un alimentazione sana e consapevole.

Intervista a Elisabetta Monti

Agricoltura di montagna: vai alla galleria

La Fonte Folgaria [TN]

Lazio > Roma, 4 aprile 2013

L’Associazione Terra! dal 3 al 7 aprile ha realizzato un corso di formazione di Agricoltura sinergica con l’obiettivo di creare uno spazio collettivo fruibile da tutti i cittadini. Il progetto Coltivare RappORTI  ha l’obiettivo di realizzare un impianto di orti sociali che rappresentino uno spazio di relazione, di interazione e di espressione.

I terreni in cui si è svolto il corso, quelli su cui nasceranno gli orti sociali, sono terreni confiscati alla Banda della Magliana: cittadini che si riappropriano di un bene, di un territorio che era stato tolto alla comunità.

Intervista a Silvia Cama:

Corso di Agricoltura sinergica: vai alla galleria

Terra!onlus

Sardegna > Gergei Su Piroi, 18 febbraio 2013

Il 18 febbraio scorso nel bene confiscato a Gergei Su Piroi sono state ripristinate delle piantagioni di fichi d’india e di mirto in parte distrutte e sradicate da ignoti nell’ottobre 2012.

Da questa esperienza, resa possibile grazie alla collaborazione tra Centro Servizio per il Volontariato Sardegna Solidale, da Libera Sardegna, dai volontari della protezione civile MASISE di Sinnai e, soprattutto, dagli studenti delle classi 4ª dell’ITIS “G. Marconi” di Cagliari e dai rappresentanti della Consulta degli Studenti della Provincia di Cagliari, prende avvio Bioresistenze.

Gestione di terreni confiscati alle mafie: vai alla galleria

Bioresistenze_Gergei 5

Annunci